Hedge FUD manager: Ray Dalio dice „buona probabilità“ di un divieto di Bitcoin negli Stati Uniti

Gli Stati Uniti potrebbero ripetere il divieto degli anni ’30 sulla proprietà dell’oro ma per Bitcoin.

Man mano che la correzione di Bitcoin si approfondisce, la paura, l’incertezza e il dubbio sono tornati, con il gestore di hedge fund miliardario Ray Dalio che ne aggiunge un altro

In un’intervista con il redattore capo di Yahoo Finance il 24 marzo, il fondatore dell’hedge fund da 150 miliardi di dollari Bridgewater Associates ha affermato che esiste una „buona probabilità“ che il governo degli Stati Uniti possa vietare Bitcoin proprio come ha fatto con la proprietà dell’oro nel 1930s.

Ciò è accaduto perché i leader del governo dell’epoca non volevano che l’oro competesse con il denaro fiat e il credito come riserva di ricchezza, ha aggiunto Dalio.

“Non vogliono che altri fondi funzionino o competano perché le cose possono sfuggire al controllo. Quindi penso che sarebbe molto probabile che, in una certa serie di circostanze, lo farai mettere fuori legge il modo in cui l’oro era fuorilegge „.

Il miliardario gestore di hedge fund e filantropo, che ha definito Bitcoin „un’invenzione infernale“ e lo ha confrontato con l’oro a gennaio , ha sottolineato che il governo indiano sta già cercando di vietare il commercio di Bitcoin e criptovaluta in generale. Ha aggiunto di non essere un esperto, ma ha affermato che può essere rintracciato e il governo può capire chi se ne occupa.

Tuttavia, c’è stata un po ‚di luce alla fine delle cupe prospettive di Dalio quando ha riconosciuto che BTC ha superato la prova del tempo come asset class

“Bitcoin si è dimostrato valido negli ultimi 10 anni, non è stato violato. In generale, quindi, ha funzionato su base operativa. Ha costruito un seguito significativo. È un’alternativa, in un certo senso, riserva di ricchezza. È come un contante digitale. E questi sono i vantaggi. “

Il 16 marzo, Dalio ha dichiarato che il governo degli Stati Uniti potrebbe prendere di mira coloro che abbandonano il dollaro per Bitcoin poiché diventa „inospitale per il capitalismo“ in preparazione di modifiche fiscali „scioccanti“ per affrontare la crisi del debito nazionale.

I commenti arrivano mentre la correzione di Bitcoin continua ad approfondirsi mentre sono emersi i segnali che il mercato rialzista sta entrando nelle sue ultime fasi . BTC si è corretto del 13,5% dal suo massimo storico di $ 60.100, ai prezzi attuali di circa $ 52.000.